Tra le righe

Il mondo è come gli Hunger Games

…uno scontro fino all’ultimo sangue. Una lotta in cui vince il più forte, o quello che è in grado di difendersi meglio, oltre che di attaccare, se si trova in una posizione in cui sa di poterlo fare senza conseguenze.

Dopo tanti anni ho capito che per cercare il proprio posto nel mondo, per emergere, semplicemente per riuscire a fare la propria vita in maniera dignitosa, è necessario attaccare e/o difendersi.
Bisogna sgomitare, non farsi troppi scrupoli e volere bene solo a se stessi.

Se non serve attaccare, meglio, ma sicuramente è estremamente necessario difendersi, perchè il mondo è infame e cattivo, nessuno sta a vedere se tu stai bene, nessuno si preoccupa di non farti del male, di lasciarti il tuo spazio, di non invadere la tua vita.

Devi essere forte e crearti un’armatura in grado di non farti cadere, anzi, devi rispondere agli attacchi se necessario. E’ l’unico modo per restare almeno a galla.

Non bisogna dormire, nè abbassare mai la guardia.