Home » Endometriosi-Diario » Diagnosi » Endometriosi: riflessione sulla noncuranza, causa di diagnosi lente

Endometriosi: riflessione sulla noncuranza, causa di diagnosi lente

Poco dopo aver iniziato l’altro blog che avevo dedicato interamente a questo tema (ricordo che ora non lo aggiorno più e preferisco mettere tutto in questo “contenitore”, perchè la mia prerogativa è diffondere la conoscenza di questa malattia il più possibile, e qui ho più “via-vai” che di là, nonchè il link diretto dall’avatar) mi è stato chiesto, da una persona che conosco via internet, di scrivere un post riguardo alla diagnosi medica relativa alla malattia.
Purtroppo, la diagnosi arriva sempre dopo molto tempo che i sintomi si sono presentati, un po’ perchè questi sono sempre sottostimati, un po’ perchè ci vuole del tempo per effettuare un quadro clinico completo, un po’ anche perchè la paziente stessa non dà sempre il giusto peso ai sintomi che si presentano.

Per questi motivi, spesso l’endometriosi viene diagnosticata con una media di 7-9 anni dopo il suo primo insorgere il che, come si può facilmente pensare, è davvero preoccupante, anche per le conseguenze che ne possono derivare.

E’ ancora troppo poco conosciuta, troppo poco temuta e molto sottovalutata. Io stessa vedo che ragazze della mia età, pur sentendone parlare, non ci fanno molto caso. Come si dice, finchè capita alle altre, che siano persone che conosci o meno, la cosa non ti tocca.

Tempo fa, quando provai l’esperienza di aprire un forum al riguardo, cercai di pubblicizzarlo chiedendo alle mie amiche se potessero aiutarmi a diffonderlo (cosa costa condividere un link su Facebook visto che la gente scrive e diffonde un sacco di stronzate?). Condivisi il link anche in un gruppo che frequento molto dove ci sono altre ragazze: ebbi qualche mi piace e un commento fatto da una faccina con un punto di domanda.

Io non sono una che va a chiedere la carità o aiuti, neppure se ritengo che quello che faccio sia importante e anche – magari – fondamentale, visto che qualcuna mi svelò candidamente di non aver mai neppure sentito quella parola. Perciò, chiesto una volta, non insistetti di più.

La conclusione è che le ragazze attorno a me, tanto sensibili agli immigrati, alle violenze, agli animali, ai bambini, alle cavolate dei vips, ai telefilm, a babbo natale e alla befana, se ne sbatterono altamente di un argomento tanto serio e tanto delicato quanto questo. (Strano come invece poi si ricordino di te per pubblicizzare le loro pagine sulle recensioni dei telefilm che passano in tv. Sì, mi fa rabbia ‘sta cosa!)

Credo che questa noncuranza verso argomenti tanto importanti sia tra le cause della lentezza della diagnosi della malattia in questione.
E poi – e probabilmente qui a parlare è il mio essere fortemente permalosa – tira di più l’immigrato o un vip, che una stupida pagina su una malattia che conoscono in pochi.
Sia chiaro che io non voglio innalzare nessuna polemica contro chi è sensibile ad altri argomenti importanti, come quelli che ho nominato sopra, ma ormai Facebook è un posto dove esprimere il proprio status da presunta opinionista di attualità piuttosto che un luogo dove invece, grazie alla grandissima presa che ha sulla gente e alla sua vasta diffusione, far diffondere notizie importanti su cose che magari sono ancora poco conosciute. Su Facebook c’è il passaparola più potente del mondo, ma viene usato per messaggi il più delle volte inutili e quasi sempre stupidi.

Le persone che decidono di ignorare determinate situazioni, perchè tanto non le toccano, sappiano che non esiste un motivo per cui l’endometriosi ti colpisce o meno. Ogni donna che abbia un ciclo mestruale ne è esposta. Ogni donna è a rischio.

Lo so, sembra una minaccia. In realtà, è un invito a riflettere.

Annunci

2 thoughts on “Endometriosi: riflessione sulla noncuranza, causa di diagnosi lente

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...